DIME

DIME

DIME

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

A Treviso, il cibo è a regola d’arte

A Treviso, il cibo è a regola d’arte

Il 2 e il 3 giugno, il grande evento firmato dal Corriere della Sera approda in Veneto. Con un carico di chef, pasticceri, artigiani ed esperti di nutrizione. Per raccontare il volto democratico dell’alimentazione. 

Il 2 e il 3 giugno, il grande evento firmato dal Corriere della Sera approda in Veneto. Con un carico di chef, pasticceri, artigiani ed esperti di nutrizione. Per raccontare il volto democratico dell’alimentazione. 

Il 2 e il 3 giugno, il grande evento firmato dal Corriere della Sera approda in Veneto. Con un carico di chef, pasticceri, artigiani ed esperti di nutrizione. Per raccontare il volto democratico dell’alimentazione. 


FUORI L'ULTIMA
FUORI L'ULTIMA

Cera una volta lo Street Food Fest

Domenica 9 settembre, nella veneziana Lughetto di Campagna Lupia, prima edizione di una “sagra gourmet in parrocchia”, nata da un’idea di Lionello Cera, patron dall’osteria stellata che porta il suo cognome. Protagonisti? Chef, ristoratori, pizzaioli, pasticceri e artigiani del Nordest.

LEGGI DI PIU'

A Treviso, il cibo è a regola d’arte

Il 2 e il 3 giugno, il grande evento firmato dal Corriere della Sera approda in Veneto. Con un carico di chef, pasticceri, artigiani ed esperti di nutrizione. Per raccontare il volto democratico dell’alimentazione. 

Testi Cristina Viggè

Cibo. Semplice, sostenibile, autentico, salutare, remunerativo per chi lo produce e accessibile per chi lo consuma. In una parola: cibo democratico, per tutti. Il tema che già ha illuminato Milano (nella tre giorni di marzo), ora contamina Treviso, in un’ottava edizione di Cibo a Regola d’Arte che per la prima volta arriva in Veneto. E a fine ottobre approda a Napoli.


Una manifestazione dinamica e volitiva, che vanta la direzione artistica di Angela Frenda, food editor del Corriere della Sera, e che conta la partecipazione di nomi illustri della ristorazione e dell’alimentazione. Il che significa chef e pizzaioli, pasticceri e grandi artigiani, ma pure intellettuali, esperti di nutrizione e produttori del buono che fa bene. Grazie a una due giorni, il 2 e il 3 giugno, che inanella laboratori, masterclass, food talk e degustazioni non-stop. Dove? A Palazzo Giacomelli, nella trevigiana piazza Garibaldi. 


Con le mani in pasta, pane, verdure ed erbe


Si parte sabato, con una lesson pensata in collaborazione con Petra - Molino Quaglia e targata Matteo Felter, executive chef del Grand Hotel Fasano di Gardone Riviera, sul Garda. Fiero d’insegnare a fare il pane, anzi le pagnotte, con farine di Storo e di grano arso.



Mentre Riccardo Gaspari, chef e patron dell’agricucina SanBrite di Cortina d’Ampezzo, si concentra sui tortelli alla doppia ricotta, per lanciare un messaggio fatto di territorio e genuinità. E Giuliana Germiniasi? La chef stellata del Capriccio di Manerba del Garda tiene una lezione sulla focaccia. Per imparare a prepararla col lievito madre, cuocendola nel forno di casa. 



Poi, c’è Cesare Battisti, affiancato dal sous-chef (e pastry chef) Luca De Santi, del Ratanà di Milano. Cesare e Luca, che danno un tocco d’aromaticità a biscotti e crumble. Utilizzando basilico, pesche ed erbe balsamiche. Per una nuova frontiera della friabilità.



Intanto Morgan Pasqual va nell’orto, raccoglie le verdure e insegna a creare una giardiniera sartoriale. Come del resto sempre fa nella realtà che conduce con la moglie Luciana a Malo, in provincia di Vicenza. Dove lavora i vegetali (e non solo) per realizzare mirabilia sotto vetro. Veri e propri gioielli green.



Con Andrea Tortora, lo chef pâtissier del tristellato St. Hubertus di San Cassiano, i riflettori si riaccendono sull’arte del recupero. Quello del pane, protagonista di una torta che fa del riciclo virtù. Utilizzando pane grattugiato, pane raffermo e ritagli di pan di Spagna. Pronti a convivere con uova, zucchero, farina, latte, cacao, uvetta, amaretti, scorze d’arancia candite, crème fraîche e confettura d’albicocca.



Infine, per sapere tutto sui tortelli cacio e pepe basta seguire il corso tenuto dai Damini bros, Giorgio e Gian Pietro, alla conduzione della Damini Macelleria & Affini di Arzignano, in provincia di Vicenza. 



Risi, bisi, vigne e vignarola


Ma il weekend trevigiano è pensato anche per riflettere, meditare e ragionare intorno ad alcune tematiche. Dal benessere alle strategie anti-spreco, dalla stagionalità all’amore per la terra. Così il maestro pasticcere Luigi Biasetto racconta come fare il tiramisù perfetto; Andrea Berton giunge da Milano e si concentra sugli spaghetti di patate al pomodoro; e Giancarlo Perbellini, della Casa veronese che porta il suo cognome (e ora c'è pure una locanda-bistrot nell’urbe meneghina), fa focus sui risi e bisi. Mentre Heinz Beck della tristellata La Pergola di Roma porta in dote sgombro e ortaggi, accompagnato dalle dotte parole di un luminare della ricerca sulla longevità come Valter Longo.



E se Michele Placido racconta il suo ricominciare dalla Puglia, dai vigneti e dal vino, Alessandro Borghese, personaggio mediatico ma pure patron del ristorante AB - Il Lusso della Semplicità a Milano, spiega la genesi della vignarola - summa primaverile di carciofi, fave, taccole e piselli - con gli gnocchi di pane.  



Intanto, Alfio Ghezzi della bistellata Locanda Margon di Ravina di Trento fa i canederli. In dolce versione, usando yogurt e ingredienti recuperati dalla cucina. E Alessio Longhini della Stube Gourmet di Asiago valorizza l’ombrina boccadoro, sposandola a un uovo di montagna e a una julienne di asparagi. Facendo incontrare montagna e Adriatico



Mediterraneo che arriva, con la sua brezza di sapori. Letto con la lente d’ingrandimento di Paolo Casagrande, chef trevigiano a Barcellona: al ristorante Lasarte, tre astri Michelin sotto la guida di Martín Berasategui. Sulla ribalta: crema leggera di mais biancoperla, frutti di mare e vegetali. Mentre Gianfranco Vissani porta dalla sua Casa di Baschi (in terra ternana) gli umbrichelli classici e rivisitati. 



E poi si pone il dubbio amletico: pizza fritta o croccante? Meglio entrambe, studiate e realizzate da due sommi maestri dell’impasto - nonché Petra Selected Partners - quali Ciro Salvo del 50 Kalò napoletano e Renato Bosco della veronese Saporè. Della serie, montanara per Ciro e PizzaCrunch per Renato, in un colto dialogo fra Campania e Veneto, memoria e contemporaneità. All’insegna della massima digeribilità. 




Di vino, acqua, birra e farina


Nutrito il calendario della kermesse di Treviso. Che mette in lista anche incontri a tu per tu con la farina. Protagonista di un lab griffato Petra - Molino Quaglia, con i G'trainer Giulia Miatto e Giovanni Marchetto. Per scoprire tutto sul grano e i suoi diversi utilizzi in una lezione dal titolo "Quali Grani e Quali Farine" su come scegliere la farina giusta per gli impasti casalinghi. Naturalmente nell'assortimento variegato di Petra, imparando a scegliere tra le macinate a pietra e le macinate a cilindri, le convenzionali e le biologiche, le senza glutine e le complete. (e se volete fare il pane in casa assistete qui alla lezione integrale del duo Miatto-Marchetto all'edizione milanese di Cibo A Regola d'Arte)



Ma poi ci sono i momenti dedicati all’acqua minerale (con Ferrarelle) e al cioccolato (con Amedei), al Prosecco doc, ai cicchetti veneti e alla pizza con farina di vinacce, sempre in una logica di riciclo degli scarti. Non dimenticando certo il caffè (con illy) e le belle spumeggianti del Birrificio Angelo Poretti. Che mette in degustazione La Fiorita, una non filtrata dal tono elegante, floreale e profumato; e la neonata Bohemian Pils della linea 9 Luppoli - Le Oltreconfine, dall’amaro deciso e dalle sfumature speziate. Per un viaggio alla scoperta del luppolo saaz e del fascino dello stile boemo.   



Alcuni appuntamenti sono a ingresso gratuito con prenotazione, altri a pagamento e altri ancora a ingresso libero fino ad esaurimento posti. 


 

FUORI IL PROSSIMO
Iscriviti alla Newsletter e ricevi per primo le novità.

FUORI IL ROSPO !

Commenta questo articolo e pubblica su Facebook

main sponsor

FUORIDIME

– Anteprima live di FUORIMAGAZINE curata da Cristina Viggè –

FUORIMAGAZINE® è un marchio registrato di proprietà di Arte Innovativa degli Alimenti srl.
I testi sono di Cristina Viggè quando non diversamente specificato.
Le immagini ed i video sono degli autori di volta in volta citati quando non liberamente disponibili in internet per la pubblicazione e/o divulgazione.

Privacy Policy