DIME

DIME

DIME

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

Tasting Sudamerica

Tasting Sudamerica

Tango, capoeira e huayño, il tipico ballo andino. Per una sera le culture di Argentina, Brasile e Perù si sono alternate nella cucina di FeelingFood Milano. Grazie a tre interpreti d’eccezione: Rodrigo Rivarola, Susan Storck e Rafael Rodriguez.

Tango, capoeira e huayño, il tipico ballo andino. Per una sera le culture di Argentina, Brasile e Perù si sono alternate nella cucina di FeelingFood Milano. Grazie a tre interpreti d’eccezione: Rodrigo Rivarola, Susan Storck e Rafael Rodriguez.

Tango, capoeira e huayño, il tipico ballo andino. Per una sera le culture di Argentina, Brasile e Perù si sono alternate nella cucina di FeelingFood Milano. Grazie a tre interpreti d’eccezione: Rodrigo Rivarola, Susan Storck e Rafael Rodriguez.

  • Ceviche di ricciola
  • Solterito andino con quinoa
  • Gli spazi di FeelingFood Milano
  • Un po' di musica
  • Rafael Rodriguez al lavoro
  • Vermouth & Coca-Coca

 
FUORI L'ULTIMA
FUORI L'ULTIMA

Sakeya: il Giappone abita qui

A Milano, il Sol Levante più autentico incontra uno spazio lontano dai luoghi comuni. Una cantina che diviene ristorante, un bistrot che tanto somiglia a una casa, un salotto dove respirare la cultura giapponese

LEGGI DI PIU'

Tasting Sudamerica

Tango, capoeira e huayño, il tipico ballo andino. Per una sera le culture di Argentina, Brasile e Perù si sono alternate nella cucina di FeelingFood Milano. Grazie a tre interpreti d’eccezione: Rodrigo Rivarola, Susan Storck e Rafael Rodriguez.

Testi Cristina Viggè

  • Lo chef Rafael Rodriguez mentre spiega le sue preparazioni
  • Churro con dulce de leche
  • Il Nero San Pietro by Tenute San Pietro
  • Gli spazi di FeelingFood Milano
  • Bife de chorizo, salsa criolla, chimichurri e papa rellena de queso
  • Rafael Rodriguez e Susan Storck in cucina
  • Mister Rodriguez mentre prepara uno dei suoi piatti
  • Empanadita de carne
  • Solterito andino con quinoa
  • Chorizo alla griglia e pão de queijo
  • Il ripieno dell'empanadita de carne
  • Un po' di musica
  • Anticucho di polpo, manioca e crema di ocopa
  • Rafael Rodriguez al lavoro
  • Lo chef Rodrigo Rivarola spiega i suoi piatti
  • Ceviche di ricciola
  • Vermouth & Coca-Coca
  • Susan Storck e Rodrigo Rivarola
  • Quindim di cocco
  • Bianco Santa Maria e frutta
  • Caipirinha de maracujà
  • Il Bianco Santa Maria by Tenute di Santa Maria
  • La bella Susan Storck racconta il dessert
  • Churros con dulce de leche
  • Da sinistra: Rodrigo Rivarola, Rafael Rodriguez, Camilo Becerra di MGM Alimentari e Susan Storck

Non fidarti della Croce del Sud” cantava il Banco del Mutuo Soccorso, esortando Moby Dick, la balena bianca ritratta da Herman Melville nel suo romanzo capolavoro, a seguire solo i sogni. Per capire l’anima concreta della cucina sudamericana è bene invece affidarsi alla saggezza di tre chef che osservano la Cruz del Sur (la più piccola delle 88 costellazioni) dai loro Paesi di origine: il Perù, l’Argentina e il Brasile. E noi, come naviganti alla ricerca dell’essenza della gastronomia delle Ande, delle pampas e del Pan di Zucchero, ci siamo lasciati guidare da loro: Rafael Rodriguez, al timone del ristorante peruviano gourmet Quechua; Rodrigo Rivarola, capitano dell’argentino Don Juan; e Susan Storck, modella-pasticcera approdata a Milano. A pari modo degli altri due colleghi, veri punti di riferimento del soul latino-americano in Italia. Il tutto organizzato da FeelingFood Milano, spazio polivalente nato da un’idea di MGM Alimentari, realtà specializzata nella commercializzazione di prodotti di alta qualità.


Come quelli usati la cena, anticipata da un aperitivo. Ritmato da solterito andino a tutta quinoa, gamberi e verdure, nonché da empanadita de carne, come cultura argentina insegna. Corredati di tre cocktail-bandiera delle tre nazioni guest star: Caipirinha de maracujà, Vermouth & Coca-Cola e vino bianco e frutta (pesche). Ma non un bianco qualsiasi, bensì il Bianco Santa Maria Isola dei Nuraghi igt 2016, griffato Tenute di Santa Maria. Un blend (di uve autoctone), ma soprattutto un progetto voluto e realizzato da un gruppo di imprenditori sardi innamorati della loro isola. In etichetta? Il Mare, quello azzurro e cristallino dell’Arcipelago de La Maddalena. E, sotto il mare, profumi fragranti e inebrianti, minerali e sensuali. Che catturano il sole per consegnarlo al calice. Un nettare vibrante d’energia, protagonista (in purezza) anche in abbinata alle pietanze. Insieme a un’altra etichetta: il Nero San Pietro, Monferrato Rosso doc della Tenuta San Pietro, con sede nell’alessandrina Tassarolo. Un rosso rubino intenso, armonioso ed equilibrato, figlio dei vitigni albarossa, barbera e cabernet sauvignon, coltivati seguendo i diktat del metodo biologico-biodinamico. 


Ceviche ad aprir le danze della degustazione. “Di ricciola, perché è il pesce che meglio si esprime in Italia”, spiega Rafael. Che marina il fish in lime e aromi, per dargli grinta, acidità, freschezza e un pizzico di piccantezza. Mentre mais bollito e fritto non annoiano il palato, e la nevicata di camote fa da delicato topping. Più deciso invece il chorizo, proposto alla griglia con tanto di pão de queijo a latere. Per una versione argentina di pane e salame. A seguire? “Un piatto tipico dello street food peruviano”, commenta mister Rodriguez. “Solo che noi di solito usiamo il cuore di manzo”. Ma anche se qui c’è il polpo al posto del corazon, la sua consistenza “tenace” non tradisce la tradizione. Che reclama pure una salsa violacea, preparata con peperoncino essiccato e reidratato con brodo. Mentre accanto spicca la manioca, completata da ovetto sodo di quaglia e crema di ocopa (tipica di Arequipa), messa a punto con l’erba huacatay. A Rivarola poi l’arduo compito della carne: bife de chorizo (controfiletto di manzo) con salsa criolla (a base di peperoni, basilico e cipolla), chimichurry e patata ripiena di formaggio gorgonzola. Tenerezza e ardore allo stato puro. E per dessert? Churros con dulce de leche e quindim di cocco. Leggero e raffinato come la sua autrice: la bella Susan. Un flan etereo, dalle origini portoghesi ma ormai d’adozione carioca. “Un tempo lo facevano con i tuorli, perché gli albumi venivano usati dalle suore per tener bianche le tuniche”, commenta la pasticcera. “Ma noi usiamo anche il bianco dell’uovo, per creare una meringa al lime”. Sopra? Cioccolato e argento. “Un tocco glitterato ci vuole sempre”, docet la Storck. E se lo dice lei…


Foto by Viaggiatore Gourmet






 

  • Ceviche di ricciola

    Ceviche di ricciola

  • Solterito andino con quinoa

    Solterito andino con quinoa

  • Gli spazi di FeelingFood Milano

    Gli spazi di FeelingFood Milano

  • Un po' di musica

    Un po' di musica

  • Rafael Rodriguez al lavoro

    Rafael Rodriguez al lavoro

  • Vermouth & Coca-Coca

    Vermouth & Coca-Coca

  • Caipirinha de maracujà

    Caipirinha de maracujà

  • Bianco Santa Maria e frutta

    Bianco Santa Maria e frutta

  • Empanadita de carne

    Empanadita de carne

  • Il ripieno dell'empanadita de carne

    Il ripieno dell'empanadita de carne

  • Churros con dulce de leche

    Churros con dulce de leche

  • Churro con dulce de leche

    Churro con dulce de leche

  • Chorizo alla griglia e pão de queijo

    Chorizo alla griglia e pão de queijo

  • Rafael Rodriguez e Susan Storck in cucina

    Rafael Rodriguez e Susan Storck in cucina

  • Da sinistra: Rodrigo Rivarola, Rafael Rodriguez, Camilo Becerra di MGM Alimentari e Susan Storck

    Da sinistra: Rodrigo Rivarola, Rafael Rodriguez, Camilo Becerra di MGM Alimentari e Susan Storck

  • Il Bianco Santa Maria by Tenute di Santa Maria

    Il Bianco Santa Maria by Tenute di Santa Maria

  • Mister Rodriguez mentre prepara uno dei suoi piatti

    Mister Rodriguez mentre prepara uno dei suoi piatti

  • Anticucho di polpo, manioca e crema di ocopa

    Anticucho di polpo, manioca e crema di ocopa

  • Lo chef Rafael Rodriguez mentre spiega le sue preparazioni

    Lo chef Rafael Rodriguez mentre spiega le sue preparazioni

  • Il Nero San Pietro by Tenute San Pietro

    Il Nero San Pietro by Tenute San Pietro

  • Lo chef Rodrigo Rivarola spiega i suoi piatti

    Lo chef Rodrigo Rivarola spiega i suoi piatti

  • Quindim di cocco

    Quindim di cocco

  • Bife de chorizo, salsa criolla, chimichurri e papa rellena de queso

    Bife de chorizo, salsa criolla, chimichurri e papa rellena de queso

  • La bella Susan Storck racconta il dessert

    La bella Susan Storck racconta il dessert

  • Susan Storck e Rodrigo Rivarola

    Susan Storck e Rodrigo Rivarola

 

FUORI IL PROSSIMO
Iscriviti alla Newsletter e ricevi per primo le novità.

FUORI IL ROSPO !

Commenta questo articolo e pubblica su Facebook

Print Friendly and PDF

FUORIDIME

Anteprima live di FUORIMAGAZINE curata da Cristina Viggè
FUORI è iscritto nel Registro della Stampa di Milano con il n. 160 dell’ 11 maggio 2017.

FUORIMAGAZINE® è un marchio registrato di proprietà di Petra srl.
I testi sono di Cristina Viggè quando non diversamente specificato.
Le immagini ed i video sono degli autori di volta in volta citati quando non liberamente disponibili in internet per la pubblicazione e/o divulgazione.

Privacy Policy