DIME

DIME

DIME

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

Un twist fra libri, drink e sound

Un twist fra libri, drink e sound

I grandi cult della mixology. E le loro traduzioni contemporanee. Al Babitonga Café di Milano, una serie di serate a tu per tu con i must della drink list e i loro intriganti twist. Griffati dall’head barman Mattia Pastori.  

I grandi cult della mixology. E le loro traduzioni contemporanee. Al Babitonga Café di Milano, una serie di serate a tu per tu con i must della drink list e i loro intriganti twist. Griffati dall’head barman Mattia Pastori.  

I grandi cult della mixology. E le loro traduzioni contemporanee. Al Babitonga Café di Milano, una serie di serate a tu per tu con i must della drink list e i loro intriganti twist. Griffati dall’head barman Mattia Pastori.  


 
FUORI L'ULTIMA
FUORI L'ULTIMA

Annunziata Scipione: fuoco naïf

Fino al 30 luglio, la Fondazione Stelline propone una retrospettiva dell’artista contadina abruzzese. Una quarantina le opere pittoriche e scultoree esposte, fertile espressione del ritmo vitale e agreste della regione. Una mostra esuberante e solare, densa di luce e colore

LEGGI DI PIU'

Un twist fra libri, drink e sound

I grandi cult della mixology. E le loro traduzioni contemporanee. Al Babitonga Café di Milano, una serie di serate a tu per tu con i must della drink list e i loro intriganti twist. Griffati dall’head barman Mattia Pastori.  

Testi Cristina Viggè

La cultura? Si respira. Si morde. E si beve. Al Babitonga Café di viale Pasubio, a Milano. Un locale interdisciplinare, pronto a innescare un dialogo costruttivo fra drink (preparati dietro il bancone) e libri (in bella mostra sui tavoli). Sì, perché questo “caffè letterario” contemporaneo e metropolitano è un tutt’uno con laFeltrinelli. Una libreria unica nel suo genere, che conta oltre 15mila volumi, dedicati a letteratura, saggistica e arti visive. Non dimenticando proposte tematiche legate alle aree di ricerca della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Che ha sede nello stesso edificio avveniristico di Porta Volta: circa 2.700 metri quadrati di superficie firmati dallo studio di architettura Herzog & de Meuron e pronti a dipanarsi su cinque piani. Fra aule, sala polifunzionale, uffici, sala lettura e biblioteca. Un progetto urbano e culturale, aperto a incontri, convegni, seminari, letture, rassegne cinematografiche e ascolto di musica live. Per una vera e propria “casa europea delle scienze sociali”.


Un luogo glocal e social, che sin dal pianoterra si propone come un punto di riferimento per la condivisione, la convivialità, la socializzazione e lo scambio ideologico. Pur mantenendo un alone di mito e di mistero. Soprattutto nel nome: Babitonga. Forse la baía brasiliana in cui prese forma - nell’Ottocento - la colonia di utopisti socialista ispirata a Charles Fourier. Forse la nave sulla quale s’imbarcò Inge Schoenthal - moglie di Giangiacomo - nel suo viaggio dall’Europa all’America, nei panni di giovane reporter.

  

Fatto sta che Babitonga sia così. Uno spazio di utopia possibile. Impregnato di un’aria sudamericana. Del resto, la prima traduzione in lingua straniera - proprio in italiano - di Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez fu opera di mister Feltrinelli. Traduzioni che contaminano anche l’universo della mixology. Al nastro di partenza vi sono infatti un ciclo di appuntamenti dedicati alla rilettura dei grandi must della drink list: “Let’s twist”. Della serie, un cocktail cult e la sua variazione evoluta e creativa. Ideata dall’head barman Mattia Pastori. Il tutto accompagnato da una selezione musicale a cura del dj Lorenzo Fassi e da una serie di assaggi siglati dal resident chef Oreste Massera.



In pratica: con 15 euro si possono percorrere le due strade parallele di un cocktail - la tradizionale e l'anticonvenzionale - assaggiando pizza fritta, olive di Cerignola, mandorle salate e mondeghili. Miscelando milanesità e internazionalità.



Primo appuntamento il 30 gennaio (dalle 19.30) con un vis à vis fra Americano e Americano Inaspettato. Per poi proseguire il 20 febbraio con Spritz & Tokyo Spritz, e il 20 marzo con Gin Tonic & Garibaldino Tonico. Sei le serate totali. E non mancheranno il Moscow Mule e la sua traduzione in Valtellina Mule. 

 

FUORI IL PROSSIMO
Iscriviti alla Newsletter e ricevi per primo le novità.

FUORI IL ROSPO !

Commenta questo articolo e pubblica su Facebook

Print Friendly and PDF

FUORIDIME

Anteprima live di FUORIMAGAZINE curata da Cristina Viggè
FUORI è iscritto nel Registro della Stampa di Milano con il n. 160 dell’ 11 maggio 2017.

FUORIMAGAZINE® è un marchio registrato di proprietà di Petra srl.
I testi sono di Cristina Viggè quando non diversamente specificato.
Le immagini ed i video sono degli autori di volta in volta citati quando non liberamente disponibili in internet per la pubblicazione e/o divulgazione.

Privacy Policy