DIME

DIME

DIME

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

IL "QUOTIDIANO" DI CRISTINA VIGGÈ

A scuola… ma Congusto

A scuola… ma Congusto

A Milano, un Gourmet Institute dall’allure contemporanea. Dove imparare a cucinare diviene un momento esperienziale di crescita personale. Sia per chi nella vita vuol fare lo chef, il pizzaiolo o il pasticcere sia per chi il cibo lo vive come espressione di una semplice passione.

A Milano, un Gourmet Institute dall’allure contemporanea. Dove imparare a cucinare diviene un momento esperienziale di crescita personale. Sia per chi nella vita vuol fare lo chef, il pizzaiolo o il pasticcere sia per chi il cibo lo vive come espressione di una semplice passione.

A Milano, un Gourmet Institute dall’allure contemporanea. Dove imparare a cucinare diviene un momento esperienziale di crescita personale. Sia per chi nella vita vuol fare lo chef, il pizzaiolo o il pasticcere sia per chi il cibo lo vive come espressione di una semplice passione.


 
FUORI L'ULTIMA
FUORI L'ULTIMA

Zeta come Zizzola

A Noale, in terra veneziana, il pasticcere Stefano Zizzola lascia il segno. Creando dolci della memoria e delizie contemporanee. Brioche gourmet incluse. Per colazioni, merende e momenti di charme

LEGGI DI PIU'

A scuola… ma Congusto

A Milano, un Gourmet Institute dall’allure contemporanea. Dove imparare a cucinare diviene un momento esperienziale di crescita personale. Sia per chi nella vita vuol fare lo chef, il pizzaiolo o il pasticcere sia per chi il cibo lo vive come espressione di una semplice passione.

Testi Cristina Viggè

Un campus urbano e metropolitano. Dove seminare idee, coltivare progetti e far crescere passioni. Grazie a un terreno fertile, alimentato da valori e annaffiato dalla sensibilità dell’ascolto, del dialogo e del confronto. Così è Congusto - Gourmet Institute: non una semplice scuola di cucina, bensì una concentrazione cittadina di aule in cui la didattica si traduce in formazione personale e professionale. 


Uno spazio di 15mila metri quadrati (a Milano, in via Bernardo Davanzati, zona Dergano-Bovisa) che si distingue per una puntuale vision e per una precisa mission. Ossia per un modello formativo che non persegue un mero trasferimento di conoscenza, ma si sostanzia in una condivisione di esperienza fra docenti e alunni. Mentre il fine ultimo è quello di plasmare: sia professionisti della gastronomia sia amatori, neofiti, curiosi e golosi. Una duplice missione dunque, per rispondere a chi ha molto tempo da investire nel cibo e a chi invece ne ha poco. Per soddisfare chi vuol diventare uno chef oppure semplicemente un bravo cuoco di casa. 



Una scuola per tutti. Fondata nel 2003 da Federico Lorefice e via via evoluta in un vero e proprio headquarter culinario multimediale, accreditato dalla Regione Lombardia e certificato in qualità ISO 9001. Una culinary school (con ben sette aule iper attrezzate) di cui Federico tiene redini e regia, insieme a Daniel Stoico e in tandem con DBInformation - Italian Gourmet, realtà digital, business e publishing guidata da Roberto Briglia e Gianni Vallardi, da qualche mese entrati a far parte ufficialmente dell’assetto societario. Il che significa ampliamento degli orizzonti e un florido bacino da cui attingere testi, riviste, volumi e libri di prestigio. Ossigeno fondamentale per lo studio e la messa in pratica di ricette ed efficienti metodi di lavoro e lavorazioni. Non trascurando il fatto che alla direzione e coordinazione didattica dell’istituto sta Roberto Carcangiu. Un grande chef, presidente dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani



Ecco dunque i corsi amatoriali. Suddivisi in lezioni di base e tematiche. Da frequentare una sera, per poche ore o per più volte. Seguendo un percorso formativo completo, seppure in pochi step. E facendo focus sulle paste fresche e la biscotteria, il brunch e le pietanze meneghine. Non dimenticando la pizza, protagonista assoluta della cooking lesson di martedì 18 settembre, dalle 19 alle 22. Non solo per apprendere le tecniche di preparazione ma anche per imparare a valorizzare gli ingredienti, utilizzando pure i giusti strumenti. Va invece in scena sabato 22 settembre (dalle 11 alle 14) il corso sulle piccole delizie dolci del mattino, mentre si sviluppa in quattro lezioni il viaggio alla scoperta della pasta homemade, in programma per un poker di giovedì: 15, 22 e 29 novembre e 6 dicembre. Le farine attrici? Sono firmate Petra, la linea esclusiva di Molino Quaglia, da tempo sostenitrice del progetto Congusto.



Ma certo non mancano gli iter professionali, messi a punto persino per gli studenti stranieri. Voilà quelli per diventare cuoco e pasticcere, gelatiere e manager di sala, pastaio artigianale, panificatore e pizzaiolo. Un corso di bakery chef tenuto da Corrado Scaglione, patron dell’enosteria Lipen di Canonica Lambro, Ambasciatore del Gusto e Petra Selected Partner, l’elitario network voluto dal molino estense. Data di partenza: il 24 settembre. Tempo di percorrenza: cinque mesi, fra lezioni teorico-pratiche e tirocinio direttamente sul campo. Perché se per essere ammessi ai corsi professionali è necessario superare un colloquio motivazionale, la Congusto accompagna gli allievi anche nella ricerca di stage e opportunità lavorative. Andando incontro agli studenti addirittura con una serie borse di studio. Come incentivo alla passione per l’universo del food. E attenzione, perché la domanda per l’assegnazione delle prossime dieci - valide per la frequenza delle lesson in partenza a gennaio 2019 - va inviata entro e non oltre il 30 settembre. 



Uno spazio flessibile, dinamico e modulabile questo campus contemporaneo, che ben si presta anche a ospitare eventi privati e team building. Sempre seguendo un concetto taylor made.



Da segnare in agenda: sabato 15 settembre, dalle 10 alle 14, per l'open day della scuola. L'invito? Basta scaricarlo cliccando qui


 

FUORI IL PROSSIMO
Iscriviti alla Newsletter e ricevi per primo le novità.

FUORI IL ROSPO !

Commenta questo articolo e pubblica su Facebook

Print Friendly and PDF

FUORIDIME

Anteprima live di FUORIMAGAZINE curata da Cristina Viggè
FUORI è iscritto nel Registro della Stampa di Milano con il n. 160 dell’ 11 maggio 2017.

FUORIMAGAZINE® è un marchio registrato di proprietà di Petra srl.
I testi sono di Cristina Viggè quando non diversamente specificato.
Le immagini ed i video sono degli autori di volta in volta citati quando non liberamente disponibili in internet per la pubblicazione e/o divulgazione.

Privacy Policy